altraQnews, Equo appunti per la formazione, Trame di storie: abbigliamento equosolidale

Help bring some change in Burma!

Ha creato il ritratto di Obama più famoso, quello che è diventato il simbolo stesso del nuovo presidente. Un successo incredibile ha generato quel poster che coglieva graficamente la novità di Obama, uscendo dagli schemi della noiosa iconografia da elezione. Ora Shepard Fairey ha realizzato un poster per sensibilizzare l’opinione pubblica sulla situazione di Aung San Suu Kyi, dissidente birmana e premio Nobel per la Pace e che rischia una nuova condanna fino a cinque anni per aver “violato” i termini degli arresti domiciliari cui e’ stata sottoposta dal regime militare per 13 degli ultimi 19 anni (e che, notizia di ieri, rischia anche di perdere la casa in cui è vissuta questi anni). Fairey, sul suo sito, dando a tutti l’opportunità di scaricare il poster gratuitamente, chiede di stamparlo e distribuirlo, metterlo bene in vista in modo che tutti possano prendere coscienza della situazione. “Help bring some change in Burma!”